Soffri di tosse secca? Ecco quali esami dovresti fare

Hai una brutta tosse secca che non ti fa dormire la notte?

Se il problema persiste ormai da qualche tempo, è importante non sottovalutare il disturbo e consultare uno specialista che esaminerà il tuo caso e ti consiglierà una terapia adeguata.

Detto ciò, quali esami dovresti fare se soffri di tosse secca persistente? Quali rimedi utilizzare per calmarla? Ecco i nostri consigli.

Tosse secca: quali sono le cause

Prima di spiegarti cosa fare per curare la tosse secca persistente, è necessario rispondere a un altro quesito: cosa provoca la tosse secca? Imparare a riconoscere le cause, non solo aiuta a individuare con precisione i farmaci e i rimedi naturali utili a eliminare il problema, ma permette di risolverlo in fretta.

In un altro articolo, nello specifico "Tosse negli adulti e nei bambini: come eliminarla", avevamo già sottolineato l'importanza di non trascurare questo disturbo. Ricordiamo che tossire è un meccanismo di difesa di cui si serve il nostro organismo per espellere dalla bocca agenti patogeni o corpi estranei potenzialmente pericolosi e, soprattutto, è uno dei primi sintomi che suggeriscono che qualcosa non va.

A tal proposito, una tosse secca persistente spesso rappresenta il segnale di un'infezione delle alte vie respiratorie in corso o dell'infiammazione o irritazione delle mucose. Talvolta può essere la prima spia che suggerisce la presenza di una determinata patologia.

Le possibili cause di una tosse secca cronica sono:

  • Influenza o raffreddore;
  • Allergie;
  • Asma;
  • Sinusite acuta e cronica;
  • Bronchite;
  • Tracheite;
  • Difterite della laringe, in particolare nei bambini piccoli;
  • Fibrosi cistica;
  •  Enfisema;
  • Laringite;
  • Polmonite, pleurite e altre infezioni dei polmoni;
  • Pertosse;
  • Tumori;
  • Reflusso gastroesofageo;
  • Insufficienza cardiaca.

Vi sono anche alcuni fattori di natura non patologica che portano a tossire in maniera continua. Infatti, in alcuni casi la tosse secca è associata all'inalazione di sostanze irritanti, al fumo, all'inquinamento o all'uso di farmaci ACE (utilizzati per il trattamento dell'ipertensione arteriosa. Altre volte ha un'origine nervosa e può essere l'espressione di problemi di natura psicologica quali ansia, nervosismo o depressione (tosse tic correlata o sindrome da tosse psicosomatica).

Tosse secca persistente: quali sono gli esami da fare?

Per individuare la causa che ha scatenato la tosse secca cronica, il medico procederà inizialmente con la cosiddetta anamnesi del paziente, una delle tappe più importanti del processo utile a diagnosticare eventuali patologie. In questa fase, lo specialista raccoglie in maniera dettagliata tutte le informazioni riguardanti le generalità del paziente, i sintomi avvertiti e altri dati utili a una diagnosi corretta.

In alcuni casi, i dati raccolti durante l'anamnesi sono sufficienti e in pochi minuti il medico è già in grado di ottenere una diagnosi ben precisa. Altre volte invece è necessario un esame più approfondito. In genere, i primi esami consigliati dal medico sono la spirometria e la radiografia del torace. Inoltre, potrebbe ritenere necessario eseguire delle analisi del sangue, test allergici, risonanza magnetica, TAC oppure una gastroscopia, quest'ultima in particolare nel caso in cui si sospetti che all'origine della tosse secca vi sia il reflusso gastroesofageo.

Farmaci per eliminare la tosse secca

Come avrai ben capito, la cura della tosse secca è stabilita in base alla causa che ha dato origine al sintomo.

Benagol gusto mentolo ed eucaliptolo

Ad esempio, nel caso in cui il disturbo sia causato da reflusso gastroesofageo, sarà necessario intervenire con assunzione di antiacidi o gastroprotettori. L'aerosol e farmaci inalatori cortisonici o broncodilatatori invece rappresentano una soluzione efficace per calmare la tosse secca nei pazienti che soffrono di asma o bronchite. Diverso è il discorso in caso di tumore ai polmoni o alle vie aeree.

Se dopo aver consultato il medico è stata esclusa la presenza di patologie più o meno gravi e la tosse secca è la conseguenza dei classici malanni di stagione, in genere è sufficiente l'assunzione di specifici farmaci da banco. Quando i responsabili del disturbo sono influenza o raffreddore quindi, la soluzione più efficace risulta essere il classico medicinale sedativo per la tosse in sciroppo, compresse o bustine.

Considerando che la tosse secca persistente spesso è accompagnata da un fastidioso mal di gola, può essere utili munirsi appunto di pastiglie per mal di gola. Ad esempio, Benagol offre tutta una serie di prodotti dai differenti gusti che aiutano ad alleviare il dolore alla gola lasciando in bocca un sapore gustoso.

Rimedi naturali contro la tosse secca

Spesso per la cura della tosse secca si consiglia l'uso di alcuni rimedi naturali che fanno da supporto alla terapia farmacologica. Oltre ai classici rimedi casalinghi come un bel bicchiere di latte caldo o dolce cucchiaino di miele prima di andare a dormire, l'utilizzo della propoli si dimostra una valida soluzione non solo per ridurre la tosse ma anche per rinforzare il sistema immunitario.

Non possono mancare poi le gustose tisane alle erbe. L'infuso alla malva ad esempio è efficace contro la tosse secca per via delle sue proprietà antinfiammatorie sulle mucose del cavo orale. La tisana al tiglio invece svolge un'azione lenitiva e ha proprietà antispasmodiche. Un'altra erba indicata contro la tosse secca è la passiflora grazie al suo effetto sedativo e rilassante.

Lascia un Commento