Shampoo antibatterico in farmacia: guida pratica alla scelta

Gli shampoo antibatterici sono prodotti detergenti a base di sostanze chimiche battericide, studiati appositamente per i peli ed i capelli. Gli agenti antibatterici impiegati nella formulazione degli shampoo sono di varia natura ed il loro meccanismo d'azione è finalizzato al tipo di agente patogeno che sta alla base del differente disturbo del cuoio capelluto.

Ecco una guida semplice e chiara per scegliere lo shampoo antibatterico più adatto a te.

Quali sono le principali infezioni del cuoio capelluto

Il cuoio capelluto è una parte dell'apparato tegumentario particolarmente ricca di follicoli piliferi, che sono le strutture anatomiche responsabili della produzione ed accrescimento dei capelli.

In condizioni fisiologiche, in questa zona sono presenti numerosi batteri che vivono normalmente a livello epidermico; la flora cutanea è infatti costituita da numerosi microrganismi localizzati sia a livello dei follicoli piliferi che a livello delle ghiandole sebacee.

Se si instaurano degli squilibri metabolici, prevalentemente di natura ormonale, tali ceppi di microrganismi si moltiplicano in maniera incontrollata ed incominciano a creare numerosi problemi.

Di seguito alcuni tra i più comuni disturbi a carico del cuoio capelluto.

Forfora Secondo una ricerca scientifica pubblica su "Nature Scientific Reports", la forfora, uno dei più comuni disturbi del cuoio capelluto, dipende dalla proliferazione batterica e non, come si pensava, da problemi collegati a micosi. La forfora, talvolta confusa con la dermatite seborroica,  spesso è causata in un'eccessiva produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee localizzate sul cuoio capelluto. Solitamente questo disturbo si accompagna ad un'evidente desquamazione degli strati più superficiali dell'epidermide, con perdita di frammenti cutanei di colore biancastro.

Prurito del cuoio capelluto Il prurito al cuoio capelluto rappresenta un disturbo estremamente diffuso soprattutto in età adulta, quando tale sintomo si associa spesso a dolore ed arrossamento. Sembra che gli agenti patogeni di questo problema siano alcuni ceppi batterici, che, infettando i follicoli piliferi, provocano una infiammazione chiamata follicolite. Ci sono altre cause coinvolte nella genesi del prurito, come micosi, infestazioni da pidocchi, fenomeni allergici e psoriasi; molto spesso si verificano delle sovra infezioni che richiedono l'impiego di detergenti specifici contenenti principi farmacologici.

Croste sul cuoio capelluto La presenza di croste sulla cute della testa è un indice di differenti patologie dermatologiche, come eczemi, dermatiti , secchezza cutanea e sindromi allergiche. Nella maggior parte dei casi si verificano sovra infezioni batteriche che accentuano la sintomatologia e che richiedono trattamenti specifici per attenuare i fastidi che ne conseguono.

Impetigine L'impetigine è una malattia infettiva prodotta da batteri appartenenti alla specie di Streptococcus Pyogenes e Staphylococcus Aureus. Le tipiche manifestazioni di tale disturbo sono rappresentate dalla comparsa di bollicine a livello del cuoio capelluto, accompagnate da intenso prurito.

Follicolite La follicolite è un'altra patologia a carico del cuoio capelluto che interessa i follicoli piliferi; si manifesta con fenomeni di arrossamento più o meno intenso accompagnato da ipersecrezione di sebo. Anche in questo caso l'agente patogeno è il batterio Staphylocooccus Aureus, che deve essere debellato molto tempestivamente per evitare una pericolosa cronicizzazione.

Che cosa sono gli shampoo antibatterici

Gli shampoo antibatterici sono prodotti appartenenti alla categoria dei farmaci cosmetici in quanto agiscono come detergenti ma contengono principi farmacologici specifici contro i diversi tipi di microrganismi. Solitamente si tratta di prodotti che vengono applicati sul cuoio capelluto di soggetti con elevata sensibilità cutanea, e che devono essere in grado di purificare, disinfettare e nutrire la pelle.

Molto spesso le infezioni batteriche del cuoio capelluto contribuiscono a disidratare l'epidermide, favorendo l'insorgenza di fenomeni desquamativi. Per garantire le migliori prestazioni terapeutiche e detergenti, gli shampoo antibatterici associano ai principi terapeutici anche sostanze idratanti ed emollienti di origine naturale, come l'aloe pura oppure oli essenziali.

In alcuni prodotti sono presenti estratti vegetali lenitivi che hanno lo scopo di attenuare i sintomi collegati all'infezione batterica, come prurito, bruciore oppure arrossamento. La presenza di vitamine, soprattutto la vitamina E nota per le sue proprietà antiossidanti, contribuiscono a proteggere il cuoio capelluto dalle aggressione di numerosi agenti nocivi.

Quali sono i migliori shampoo antibatterici in farmacia

Uno shampoo disinfettante antibatterico venduto in farmacia o in parafarmacia offre la garanzia di contenere principi terapeutici specifici nei confronti degli agenti infettanti, un requisito che gli altri shampoo non sono in grado di garantire.

Massigen shampoo antibatterico

Di seguito alcuni dei migliori shampoo antibatterici in commercio.

Massigen Doccia shampoo Antibatterico 200 millilitri Questo prodotto contiene un'efficace principio antibatterico, il triclosan, che offre un ampio spettro d'azione e che è unito ad estratto di ginseng, di timo e di licheni per garantire anche un ottimo risultato cosmetico.

Euphidra Shampoo Antibatterico Si tratta di uno shampoo che igienizza il cuoio capelluto senza aggredirlo e garantendo un'elevata efficacia detergente.

Su e-PharmaVille sono disponibili numerosi shampoo antibatterici che, oltre a garantire un'efficace azione terapeutica contro gli agenti responsabili di numerose infezioni cutanee, offrono anche un ottimo risultato estetico. Infatti tali prodotti contengono sostanze rigeneranti per il cuoio capelluto che consentono ai capelli di mantenersi puliti, lucidi e soffici.

Lascia un Commento