Schiacciamento delle vertebre cervicali: quali sono i sintomi?

Un dolore cervicale ti tormenta da tempo e ancora non hai fatto una radiografia?

Devi sapere che spesso, quello che consideriamo un semplice dolore al collo in realtà potrebbe nascondere un problema ben preciso: schiacciamento delle vertebre cervicali, o meglio, discopatia cervicale.

Stiamo parlando di uno dei problemi cervicali più comuni, soprattutto dopo aver superato i 30 anni. Scopriamo meglio di cosa si tratta, i sintomi che caratterizzano questa condizione e cosa fare per risolverla.

Schiacciamento vertebre cervicali: i sintomi che puoi avvertire

Prima di elencare i sintomi della discopatia cervicale, è importante chiarire cosa s'intende per schiacciamento delle vertebre cervicali.

Quando parliamo di discopatia cervicale, non ci riferiamo a una condizione in cui le vertebre sono schiacciate, problema frequente in caso di frattura vertebrale, ma a una situazione in cui lo spazio tra le vertebre per qualche ragione si è ridotto. Ciò significa che il disco intervertebrale posto tra una vertebra e la sottostante nella colonna vertebrale potrebbe essere schiacciato.

I dischi intervertebrali svolgono un ruolo molto importante perché funzionano da ammortizzatori naturali. Infatti, questi cuscinetti che riducono la pressione sulla colonna vertebrale durante il movimento e ne consente la flessione, l'estensione e la rotazione.

Quando il disco intervertebrale del tratto cervicale è schiacciato, può andare a comprimere il midollo spinale o i nervi generando il tipico dolore al collo. Nel caso in cui il disco dovesse addirittura rompersi, si parlerà di ernia del disco: il "cuscinetto" fuoriesce dal suo spazio naturale e va a comprimere le vicine radici nervose causando il dolore intenso.

Detto ciò, è importante affermare che non tutte le persone che presentano una discopatia cervicale avvertono dolore. Infatti, questa patologia spesso è asintomatica se non viene fatta nessuna pressione sui nervi.

Quando si manifestano invece, i sintomi dello schiacciamento delle vertebre cervicali sono simili ai classici disturbi causati dai problemi cervicali:

  • Dolore al collo
  • Mal di testa
  • Rigidità nei movimenti del tratto cervicale (es. difficoltà nel ruotare o sollevare la testa)
  • Tensione muscolare a livello del collo
  • Dolore, formicolio o insensibilità al braccio
  • Vertigini e debolezza
  • Nausea o vomito

Discopatia cervicale: cause

Quando lo schiacciamento delle vertebre interessa il tratto lombare, dando origine al classico mal di schiena, il segmento della colonna maggiormente soggetto al problema è la zona tra la terza vertebra lombare e il sacro (l3 - s1). Anche in caso di discopatia cervicale vi è un tratto particolarmente soggetto allo sviluppo di questa patologia, il segmento che va dalla quarta alla settima vertebra cervicale (c4 - c5 - c6 - c7).

Non è un caso se le zone in cui è più probabile subire lo schiacciamento delle vertebre siano queste. Infatti, sono i punti della colonna vertebrale in maggior misura soggetti allo stress da movimento.

Ad ogni modo, anche se l'usura del disco intervertebrale è una normale conseguenza dell'avanzare dell'età, la discopatia cervicale può essere causata da un sovraccarico dei muscoli sulle vertebre cervicali. Le ragioni di questo fenomeno in genere sono dovute a cattive abitudini, traumi o patologie:

  • Colpo di frusta, stiramenti dei muscoli del collo, incidenti
  • Posizioni scorrette del collo, ad esempio in ufficio davanti al PC
  • Svolgere lavori pesanti
  • Sedentarietà
  • Ansia: il blocco della respirazione, tipico degli ansiosi, va a sovraccaricare i muscoli del collo
  • Eccessivo peso del corpo (obesità e sovrappeso)
  • Attività sportive svolte per un periodo prolungato che caricano il tratto cervicale come il tennis, l'equitazione, il calcio o la corsa)
  • Artrite reumatoide
  • Problemi mandibolari o di masticazione

Schiacciamento vertebre cervicali: cosa fare?

La prima cosa da fare è capire se si davvero si è subito lo schiacciamento delle vertebre cervicali, perciò è importante contattare il medico, il quale consiglierà gli esami da svolgere per individuare la fonte del dolore cervicale (Rx, risonanza magnetica, ecc).

In contemporanea, suggerirà le cure e i rimedi utili ad alleviare il dolore al collo.

Cure e rimedi

Oltre all'assoluto riposo, il trattamento della discopatia cervicale in genere prevede l'assunzione di antidolorifici e ed esercizi di fisioterapia.

Moment

Per alleviare il dolore cervicale, soprattutto nella fase acuta, il medico consiglia l'uso di farmaci antidolorifici come il paracetamolo e antinfiammatori non steroidei. L'ibuprofene è senza dubbio il più utilizzato. Moment Granulato 200 mg 12 Bustine ad esempio è un antidolorifico perfetto per ridurre il dolore cervicale e l'infiammazione che ha come principio attivo proprio l'ibuprofene.

Gli esercizi di fisioterapia rappresentano un altro valido aiuto in caso di schiacciamento delle vertebre cervicali. Oltre a massaggi e rieducazione posturale, il fisioterapista può ricorrere alla trazione cervicale per svolgere un'azione di decompressione del collo e quindi distendere le articolazioni tra una vertebra e l'altra e favorire lo scarico dei dischi intervertebrali. Questo consente di alleviare il dolore e ridurre la rigidità del collo.

In questi casi, potrebbe essere di grande aiuto anche l'acquisto di supporti ergonomici come un cuscino cervicale o un collare cervicale morbido, quest'ultimo da utilizzare non più di 2 o 3 ore al giorno e solo quando il dolore è molto intenso.

Nelle situazioni gravi, quando la discopatia è accompagnata da ernia del disco, può essere necessario un intervento chirurgico per la rimozione totale del disco intervertebrale danneggiato, il quale sarà sostituito con una protesi.

Lascia un Commento