Integratori a base di zinco: quando assumerli?

Assumere un integratore a base di zinco è utile quando vi è una carenza di questo importantissimo minerale o per la prevenzione e il trattamento di diversi disturbi. Attenzione però a non superare il dosaggio consigliato dal medico se si vogliono evitare spiacevoli effetti collaterali.

Scopriamo insieme a cosa servono questi integratori, quando e per quanto tempo assumerli, e quali sono le controindicazioni.

Integratori a base di zinco: a cosa servono

Lo zinco è un minerale essenziale per la salute e il corretto funzionamento del nostro corpo. Oltre ad avere un ruolo centrale in numerosi processi fisiologici, può essere considerato un vero e proprio farmaco naturale per la prevenzione e la cura di molte malattie.

Entriamo nel dettaglio e vediamo quali benefici apporta l'assunzione d'integratori a base di zinco.

Bios line difese immunitarie

Contrastano i sintomi di raffreddore e influenza
Assumere un integratore di zinco aiuta a rinforzare il sistema immunitario e di conseguenza ridurre i sintomi d'influenza e raffreddore favorendo una rapida guarigione. A tal proposito ti consigliamo l'integratore a base di zinco BIOS LINE Immulene Forte - Difese Immunitarie.

È un ottimo rimedio contro l'acne
Come sappiamo, l'acne si manifesta in presenza di squilibri ormonali che causano un aumento della produzione di sebo. Recenti studi hanno dimostrato che lo zinco può dare una grossa mano a eliminare e prevenire acne e brufoli poiché interviene nella regolazione della secrezione delle ghiandole sebacee. L'assunzione di un integratore di zinco quindi contribuirebbe ad alleviare l'infiammazione e accelerare la guarigione delle ferite.

Migliorano la salute della prostata
Lo zinco svolge un'azione protettiva per la ghiandola prostatica e per questo è importante per prevenire l'infiammazione e il tumore alla prostata.

Aumentano la fertilità maschile
Lo zinco è efficace nel combattere impotenza e infertilità maschile. Infatti, questo minerale aumenta i livelli di testosterone e favorisce la produzione di sperma.

Combattono la caduta dei capelli
Gli integratori a base di zinco aiutano a evitare la caduta perché rinforzano i capelli e favoriscono la loro crescita.

Ideali per la bellezza della pelle
Le proprietà benefiche dello zinco, oltre a stimolare la rigenerazione dei tessuti e contrastare l'invecchiamento cutaneo, sono efficaci per la cura della pelle grassa, secca e mista.

Irivist occhi capsule

Sono utili per la salute degli occhi
Assumere la corretta quantità giornaliera di zinco aiuta a prevenire e curare problemi agli occhi come cataratta e degenerazione maculare. Il nostro consiglio: Integratore al Mirtillo Irivist occhi.

Aiutano a combattere la depressione
Chi soffre di depressione potrebbe affidarsi agli integratori di zinco. Nei pazienti depressi, la carenza di questo minerale è molto comune ed è stato dimostrato come l'assunzione di zinco comporti un miglioramento dei sintomi depressivi.

Possono alleviare i sintomi premestruali
Le donne possono usufruire delle proprietà dello zinco anche per alleviare i sintomi premestruali. In particolare, questo minerale è efficace contro crampi addominali, sbalzi d'umore e dolore al seno.

Apportano benefici anche per chi soffre di diabete
L'integrazione di zinco è consigliata per migliorare la salute dei pazienti diabetici perché migliora l'azione dell'insulina e contribuisce alla regolazione dei livelli di glicemia.

Aiutano a trascorrere una gravidanza serena
Gli integratori alimentari allo zinco sono particolarmente consigliati anche alle donne in gravidanza. La carenza di zinco è molto frequente nelle future mamme e può causare problemi al feto tra cui malformazioni congenite, nascita prematura, rallentamento della crescita e sottopeso.

Quando prendere gli integratori di zinco?

Il fabbisogno giornaliero di zinco varia in base a diversi fattori, in particolare il sesso e l'età: pari a circa 10 mg per gli uomini e 8 mg per le donne. Per i bambini invece varia dai 2 mg richiesti nei primi mesi di vita fino ad arrivare a 8 mg intorno ai 9 anni.

Talvolta, può capitare di non riuscire ad assumere la quantità sufficiente di zinco attraverso l'alimentazione e proprio in questi casi è importante affidarsi a un buon integratore. Lo stesso consiglio è valido per chi soffre di diabete, acne, alcuni problemi intestinali come il Morbo di Chron, chi necessita di rinforzare il sistema immunitario e in particolare le donne in gravidanza. Quest'ultime hanno bisogno di aumentare l'assunzione di zinco poiché una carenza di questo elemento durante la gestazione potrebbe causare problemi al feto.

Integratore di zinco: per quanto tempo assumerlo?

I benefici di un'integrazione a base di zinco solitamente si avvertono dopo almeno 3 mesi di assunzione costante. Si consiglia perciò di fare cicli di 3 mesi intervallati da periodi di sospensione dalla durata di almeno 1 mese.

Integratori a base di zinco: effetti collaterali

L'assunzione di zinco, pur non essendo un minerale dall'elevata tossicità, potrebbe generare spiacevoli effetti collaterali se assunto in dosi eccessive e per un periodo prolungato.

Nello specifica, prendere troppi integratori a base di zinco potrebbe causare:

  • Nausea e vomito
  • Diarrea
  • Brividi e febbre
  • Bruciore di stomaco
  • Sonnolenza
  • Riduzione dei livelli di colesterolo buono (HDL)
  • Dolore toracico e problemi cardiaci
  • Infezioni del tratto urinario e ritenzione urinaria
  • Difficoltà nell'assorbimento di calcio (es. calcoli renali) e ferro
  • Interazioni con altri farmaci, in particolare medicinali per la cura di patologie cardiache e per il controllo del colesterolo.

 

Abbiamo visto dunque come assumere integratori di zinco è consigliato per la cura e la prevenzione di diverse patologie. Il nostro suggerimento è di consultare il medico prima dell'assunzione di questo genere d'integratore e rispettare sempre il dosaggio consigliato.

Lascia un Commento
Ottieni subito il 5% di sconto!!
Iscriviti alla nostra newsletter,
tieniti aggiornato sulle nostre offerte

Coupon: