Bruxismo negli adulti: cos'è e come si cura

Digrignare i denti in maniera involontaria durante la notte: ecco cosa fa chi soffre di bruxismo.

Le conseguenze? Un riposo notturno disturbato, svegliarsi ogni mattina con un forte mal di testa, convivere con fastidiosi dolori alla mascella, alla mandibola, un insopportabile mal di denti e altri spiacevoli disturbi.

Se ti riconosci in questi sintomi e pensi di soffrire di bruxismo non dovresti sottovalutare il problema, non solo perché potrebbe provocare dei seri disturbi dentali ma perché le cause di quest'atto involontario sono spesso legate a un disagio psicologico. Cosa fare allora per combattere il bruxismo ed evitare i suoi effetti?

Il primo passo è senza dubbio capire se si soffre di questo disturbo con l'aiuto del dentista. Ma poi? Ecco i nostri consigli per curare il bruxismo.

Cos'è il bruxismo?

Soffrire di bruxismo significa digrignare i denti e serrare con forza le mandibole in modo ripetuto e per un tempo prolungato, sia durante il sonno notturno sia in stato di veglia. Il contatto delle superfici dei denti superiori con quella dei denti inferiori può addirittura provocare rumore.

Un problema che non colpisce solo i bambini, nei quali spesso si risolve una volta terminata la fase di dentizione, ma che interessa in modo sempre più frequente anche gli adulti, in particolare nella fascia d'età tra i 25 e i 44 anni.

Ciò che è certo, è che, diurno o notturno, si tratta di un movimento del tutto involontario che porta con sé tutta una serie di fastidiosi sintomi che accompagnano la giornata del "bruxista".

I sintomi del bruxismo

Cosa provoca il bruxismo? Questa è la prima domanda da porsi perché riconoscere i sintomi di questo disturbo è fondamentale.

Infatti, la maggior parte delle persone che ne soffre ha difficoltà ad accorgersi del problema e solo dopo la manifestazione prolungata dei fastidi che esso comporta si rivolge al medico.

Ma quali sono i sintomi del bruxismo? Eccoli:

  • Mal di denti
  • Dolore alla mascella e alla mandibola
  • Mal di testa al risveglio
  • Mal d'orecchio
  • Aumento della sensibilità dentale
  • Usura dei denti
  • Tensione nei muscoli del collo e delle spalle
  • Dolore muscolare al viso
  • Difficoltà ad aprire bene la bocca
  • Difficoltà di deglutizione
  • Dolore improvviso alle tempie
  • Disturbi del sonno
  • Alitosi
  • Cattiva digestione
  • Denti scheggiati nei casi più seri

Le cause del bruxismo

Di solito il bruxismo è la reazione involontaria a un insieme di fattori che possono essere di natura fisica e psicologica.

Digrignare i denti durante la notte può essere la conseguenza di alterazioni della struttura dentale come il disallineamento dei denti o altri disturbi di tipo infiammatorio come la gengivite.

Anche i disturbi del sonno possono causare il digrignamento dei denti: apnea notturna, roncopatia (russare durante la notte) e altre problematiche che possono interrompere all'improvviso il sonno sono tra le principali cause del bruxismo. Lo stesso disturbo può affliggere chi esagera con l'alcool, il fumo e la caffeina, chi fa uso di droghe o farmaci antidepressivi e antipsicotici.

Il bruxismo però è strettamente connesso anche a cause psicosomatiche. L'atto del digrignare i denti spesso rappresenta la risposta inconsapevole a uno stato di tensione, rabbia, ansia, stress o depressione. La persona che ne è affetta perciò, tende a scaricare durante il sonno tutte quelle emozioni represse durante il giorno digrignando i denti durante il sonno.

Come curare il bruxismo

L'abbiamo già accennato nel paragrafo riguardante i sintomi del bruxismo: chi soffre di questo disturbo spesso non se ne accorge. Perciò, al primo sospetto è importante fare subito una visita odontoiatrica.

Detto ciò, per curare il bruxismo è importante servirsi dei rimedi giusti per eliminare lo sfregamento dei denti e intervenire sulla causa che scatena questa reazione. Vediamo cosa fare.

Usare il bite dentale

Il rimedio più efficace per combattere il bruxismo ed evitare le sue dolorose conseguenze è l'uso del bite dentale.

Bruxismo bite universale porta bite

Si tratta di un piccolo apparecchio in materiale morbido da indossare durante la notte che non interviene direttamente sulle cause del disturbo ma impedisce di digrignare i denti. Nella nostra farmacia online puoi trovare un bite dentale universale completo di porta bite per conservare facilmente il proprio apparecchio.

Il bite ha il compito di impedire il contatto tra i denti dell'arcata superiore e quelli dell'arcata inferiore e i danni che lo sfregamento può causare. Inoltre, ostacola la contrazione dei muscoli della masticazione costringendoli a rimanere in posizione di riposo e facendo in modo di alleggerire la pressione esercitata dalla mascella e la tensione muscolare.

Come si usa il bite per il bruxismo? È molto semplice. Basta inserirlo nell'arcata dentale superiore prima di andare a dormire.

Rimedi naturali e farmaci

Il bite dentale non è sufficiente per risolvere definitivamente il bruxismo per cui è necessario associare all’uso di quest'apparecchio dei rimedi capaci di intervenire sulla causa scatenante.

Soprattutto quando alla base del digrignamento dei denti vi sono fattori di natura psicologica, è bene affidarsi ai consigli di uno psicoterapeuta e a delle pratiche salutari come lo sport, lo yoga o altre attività che favoriscono il rilassamento e aiutano a eliminare ansie, tensioni e stress. Anche bere una buona tisana rilassante come Erbo Ritual Infuso Relax 20 Filtri può essere utile.

Quando il bruxismo causa forte dolore e infiammazione, il medico potrebbe decidere anche di prescrivere i classici farmaci antinfiammatori non steroidei, i cosiddetti FANS, come ad esempio l'ibuprofene.

 

Se sospetti di soffrire di bruxismo contatta il tuo dentista per una visita di controllo e non dimenticare mai di prenderti cura dei tuoi denti.

Lascia un Commento
Ottieni subito il 5% di sconto!!
Iscriviti alla nostra newsletter,
tieniti aggiornato sulle nostre offerte

Coupon: